venerdì 29 novembre 2013

Installazione di Pyenv, il tool per la gestione di versioni multiple di Python

Dopo l'ampia presentazione di pyenv, il tool per installare e gestire in contemporanea più versioni di Python, vediamo ora come installarlo sulla vostra macchina di sviluppo.

Prima due piccole precisazioni:
  1. pyenv è basato su script Bash, per cui a differenza di tools simili, potete installarlo anche su macchine su cui Python non è presente. Indubbiamente un grande vantaggio;
  2. l'installazione non scarica i file originali dal sito ufficiale Python, bensì dal mirror dedicato di pyenv.
Detto questo, procediamo.

Aprite una shell (terminale) e installiamo le dipendenze per poter compilare correttamente i sorgenti di Python.

Per Ubuntu, Debian e distribuzioni derivate:

sudo apt-get install build-essential libreadline-dev libncursesw5-dev libssl-dev libsqlite3-dev tk-dev libgdbm-dev libc6-dev libbz2-dev git

Per Fedora e derivate:

date il comando su e inserite la password amministrativa quando richiesto, poi date il comando

yum install gcc zlib-devel bzip2 bzip2-devel readline-devel sqlite sqlite-devel openssl-devel tk-devel gdbm-devel ncurses-devel glibc-devel git

Bene, sistemate le dipendenze iniziamo l'installazione vera e propria che avverrà nella directory ~/.pyenv nella vostra home creata automaticamente dall'installazione.

Clonate il repository git di pyenv,

cd
git clone git://github.com/yyuu/pyenv.git .pyenv


e modificate alcune variabili d'ambiente per renderlo funzionante.

Solo per Ubuntu, Debian e derivate:

echo 'export PYENV_ROOT="$HOME/.pyenv"' >> ~/.bashrc
echo 'export PATH="$PYENV_ROOT/bin:$PATH"' >> ~/.bashrc


e abilitate shims (spiegherò in un eventuale altro post di cosa si tratta) e  l'autocompletamento per pyenv:

echo 'eval "$(pyenv init -)"' >> ~/.bashrc

Per utenti di shell Zsh: nei precedenti comandi sostituite ~/.bashrc con ~/.zshenv

Per gli altri: nei precedenti comandi sostituite ~/.bashrc con ~/.bash_profile

Avete finito.

Per essere sicuri che tutte le modifiche siano state fatte correttamente, riavviate il sistema e nel terminale date il comando:

pyenv

Se la risposta che ottenete è qualcosa di simile a

pyenv 0.4.0-20131116-8-gbc2d245
Usage: pyenv <command> [<args>]

...

allora pyenv funziona.

Nel prossimo post vedremo come usarlo per installare una o più versione di Python sul nostro sistema.